Roberto Pandini

Nato a Lodi (LO) il 22 maggio 1968, inizia lo studio dello Shiatsu a Lodi con Luciano Zampedri nel 1996, si diploma come Operatore Shiatsu al CMT di Milano (Centro di Medicina Tradizionale) nel 2001 ( “Aprire il cuore” è il titolo della sua tesi di diploma); dal 2004 è iscritto nell'elenco di operatori A.P.O.S.  (Associazione Professionale Operatori e Insegnanti Shiatsu); nello stesso anno termina un biennio di specializzazione I.D.E.E. (Istituto di Discipline Energetiche ed Espressive) con tirocinio clinico presso il Centro Disabili “Cà Luigi- Geode” di Arluno. 


Nel 2005 si diploma come insegnante Shiatsu del CMT.


Inoltre dal 2006 si occupa con lo shiatsu, di disabilità, collaborando prima con il Centro Diurno Disabili “Volo Libero” di Casalpusterlengo, poi con la Soc. Coop. Sociale Onlus “Il Paguro” di Lodi e con la Residenza Sanitaria Disabili “Danelli” di Lodi.


Nel 2008 ha promosso, organizzato e partecipato alla sperimentazione “shiatsu e autismo” con bambini affetti da questa patologia, a Lodi c/o “Il Paguro” Centro riabilitativo Polivalente “Danelli”, proseguendo e ampliando il lavoro iniziato dai suoi colleghi del Centro Tea in collaborazione con l’Ospedale S. Paolo di Milano.


Nel 2017 ha iniziato un nuovo progetto di gruppo con genitori e bambini affetti dallo spettro autistico, chiamato "Parliamoci con-tatto", spiegando e facendo praticare ai genitori un nuovo modo per comunicare con il proprio figlio, attraverso la pressione shiatsu.